dal 1912

PM

BTA

JTI

ALTRE MARCHE

SCEGLIERE UN SIGARO?

Nell'amibto della nostra attività in qualità di grossista di sigarette sul territorio ci pregiamo di presentarvi le marche e sottomarche che portiamo in stock e che, con un semplice codice QR possono venir ordinate con il nuovo sistema nell area protetta dedicata ai canali di vendita.

Sono in gioco tutti i nostri sensi: il gusto (iniziale, il cuore e il follow-up), il tatto, la forma e il profumo.

La foglia va scelta per maturazione. Giovane, maturata, trattata.

Dopo la scelta del sigaro bisonga scegliere il momento adatto, il contorno ideale (p.es. rum) e gli strumenti giusti.

PROPOSTA

1.

2.

3.

MARCHE

Sceglierlo

 

Per la scelta di un sigaro sono necessari quattro dei cinque

sensi – o tutti e cinque se si crede che, come fanno alcuni, che ci sia qualcosa da imparare quando lo si fa roteare accanto all’orecchio.

La fascia deve essere piacevole alla vista sia che si preferisca un colore Claro (chiaro), o un colore scuro Maduro. Ad ogni modo, il colore deve essere uniforme e la foglia dovrebbe essere un po’ lucida. Non c’è da preoccuparsi se si vede una macchia bianca o verde. Queste sono imperfezioni naturali, macchie di bellezza se le si vuole considerare tali, che si sono verificate nel passato durante la crescita o i processi di stagionatura. Nessuna di queste pregiudica la qualità della fumata.

Premere l’Habano delicatamente tra il pollice e l’indice per testare le sue condizioni. Dovrebbe dare la sensazione di essere compatto ma anche elastico al tatto (foto 1).

Godetevi gli aromi della foglia matura che si diffondono dalla scatola: una promessa dei sapori che si potranno gustare.

L’aroma può essere giudicato solo fumandolo!

Ai non esperti si consiglia di sperimentare una vitola che è comune a molte marche quale per esempio una Mareva. E’ consigliabile iniziare con uno sigaro dall’aroma più leggero.

I neofiti dovrebbero iniziare con i formati più piccoli. Per i fumatori più esperti, la migliore guida è la quantità di tempo a loro disposizione.

E’ un vero peccato abbandonare un sigaro prima che abbia avuto la possibilità di mettere in mostra le sue caratteristiche. E’ meglio scegliere una vitola in base al tempo che si ha per fumare.

 

CUBA LA CULLA DEI SIGARI

 

 

La zona più importante e che genera i sigari migliori messi sul mercato dell'esportazione è Pinar del Rio nella zona Est dell'isola.  In questa parte dell'isola cubana si trova la zona denomianta Vuelta Abajo  e Semi Vuelta. Questa ingloba le frazioni di San Juan y Martinez e San Luis. Questa è la  regione di coltivazione delle migliori marche di sigari. La cura del tabacco, taglio e arrotolamenti avvengono poi in diverse zone situate per la maggiore attorno alla capitale l'Havana da cui la denominazione Habanos per i sigari cubani.

LA "COSTRUZIONE" DI UN SIGARO

 

Si tratta di una scelta accuratissima (e quindi caratterizzante) per ogni tipo di sigaro di una casa di produzione. Prima di tutto si sceglie le foglie più morbide e chiare della partita per l'interno e che man mano vengono assemblate e arrotolate. La scelta delle foglie che fanno l'esterno (la scocca del sigaro) un un'operazione particolarmente delicata perché implica l'aspetto e la consistenza esterna del prodotto. Al termine dell'operazione avviene il taglio  e  il controllo di calibro e lunghezza. L'ultimo gesto prima di collocare il sigaro nei tipici box di legno è il piazzamento e incollatura dell'anillas, ovvero, l'annello di carta con la marca e il nome del sigaro.

MOROSOLI SA

Via Moretto 2

CH-6924 Sorengo

 

Tel. +41(0) 91 966 55 31

Fax +41(0) 91 966 55 35

 

 

 

 

 

morosoli.sa@ticino.com

www.morosolisa.ch

 

CANALI DI DISTRIBUZIONE:

(area protetta)

PRESETNI SU:

 

facebook